Home > Pratiche auto > DEMOLISCO UN’AUTO

DEMOLISCO UN’AUTO

Vuoi radiare un veicolo

Dove andare
Presso un centro di raccolta autorizzato. Puoi trovare l’elenco dei demolitori sulle Pagine Gialle alla voce ‘Autodemolizioni‘.

Chi può farlo

  1. L’intestatario del veicolo
  2. Chiunque abbia un titolo idoneo (per esempio un atto di vendita a proprio favore non ancora trascritto) e sia in possesso dei documenti del veicolo (targhe, carta di circolazione e certificato di proprietà o foglio complementare)
  3. gli eredi
  4. Chiunque si dichiari proprietario non intestatario con dichiarazione sostitutiva di atto notorio. In questo caso, se non si può esibire un titolo idoneo, è necessario avere i documenti (targhe, carta di circolazione e certificato di proprietà o foglio complementare)

Cosa portare al demolitore

  1. Il veicolo munito delle targhe (anteriore e posteriore)
  2. Carta di circolazione
  3. Certificato di proprietà o foglio complementare
  4. Titolo idoneo o eventuale dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà se non sei intestatario

Se non sei in possesso dei documenti e/o targhe perchè li hai smarriti, occorre una denuncia di smarrimento presso gli organi di Pubblica Sicurezza

Devi sapere che

Con questa pratica il veicolo è cancellato dagli archivi e cessa l’obbligo di pagare il bollo per l’anno successivo, a candizione che la consegna del veicolo al demolitore avvenga entro il termine di pagamento del bollo.
Il certificato di rottamazione solleva da ogni responsabilità (civile, penale ed amministrativa) il proprietario del veicolo.

Vuoi radiare un veicolo per esportazione all’estero

Dove andare

Devo presentarmi presso gli uffici dell’Automobile Club di Parma o provincia, verificando, in precedenza, l’orario di apertura al pubblico (Punti vendita).

Chi può farlo

  1. L’intestatario del veicolo
  2. Chiunque abbia un titolo idoneo (per esempio un atto di vendita a proprio favore non ancora trascritto) e sia in possesso dei documenti del veicolo (targhe, carta di circolazione e certificato di proprietà o foglio complementare)
  3. gli eredi
  4. Chiunque si dichiari proprietario non intestatario con dichiarazione sostitutiva di atto notorio. In questo caso, se non si può esibire un titolo idoneo, è necessario avere i documenti (targhe, carta di circolazione e certificato di proprietà o foglio complementare)

Che cosa è necessario

  1. Targhe (anteriore e posteriore)
  2. Carta di circolazione
  3. Certificato di proprietà o foglio complementare

Se non sei in possesso dei documenti e/o targhe perchè li hai smarriti, occorre una denuncia di smarrimento presso gli organi di Pubblica Sicurezza.
Nel caso in cui le targhe, la carta di circolazione e il certificato di proprietà o il foglio complementare siano stati trattenuti dall’Autorità che ha reimmatricolato il veicolo all’estero, la medesima Autorità deve rilasciare, in sostituzione dei documenti originali, un’attestazione di avvenuto ritiro con traduzione giurata.
Se il veicolo è esportato in uno dei Paesi Comunitari (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Romania e Ungheria) è necessario produrre al momento della nazionalizzazione in tali Paesi l’originale della carta di circolazione rilasciata in Italia (Direttiva Europea 1993/37/CE). Per questo motivo la carta di circolazione non sarà ritirata, ma sarà restituita debitamente annullata e timbrata. E’ necessario, però, che nella nota di richiesta sia indicato chiaramente che il veicolo verrà esportato in un Paese comunitario.

Devi sapere che
Con questa pratica il veicolo è cancellato dagli archivi e cessa l’obbligo di pagare il bollo per l’anno successivo, a condizione che la pratica di radiazione sia stata presentata entro il termine di pagamento del bollo.